News

Delirium da sostanze psicologo psicoterapeuta roma

DELIRIUM INDOTTO DA SOSTANZE
 

Il Delirium Indotto da Sostanze comprende il Delirium da Intossicazione da Sostanze e l’Astinenza da Sostanze.

  • DELIRIUM DA INTOSSICAZIONE DA SOSTANZE

I criteri diagnostici per il Delirium da Intossicazione da Sostanze secondo il DSM-IV-TR* sono i seguenti:

  1. Alterazione della coscienza (cioè, ridotta lucidità della percezione dell’ambiente), con ridotta capacità di focalizzare, mantenere, o spostare l’attenzione.
  2. Una modificazione cognitiva (come deficit di memoria, disorientamento, alterazioni del linguaggio), o lo sviluppo di un disturbo percettivo che non è meglio giustificato da una demenza preesistente, stabilizzata o in evoluzione.
  3. L’alterazione si sviluppa in un breve periodo di tempo (generalmente da ore a giorni), e tende a presentare fluttuazioni giornaliere.
  4. Vi è la dimostrazione, fondata sulla storia, sull’esame fisico, o sugli esami di laboratorio di una delle due condizioni seguenti:
    1. i sintomi del Criterio A e B si sono sviluppati durante una Intossicazione da Sostanze;
    2. l’uso di farmaci è correlato eziologicamente al disturbo.

Nota: Questa diagnosi dovrebbe essere fatta al posto di una diagnosi di Intossicazione da Sostanze solo quando i sintomi cognitivi sono più intensi di quelli solitamente associati alla sindrome da intossicazione, e quando i sintomi sono sufficientemente gravi da giustificare un’attenzione clinica indipendente.

  • DELIRIUM DA ASTINENZA DA SOSTANZE

I criteri diagnostici per il Delirium da Astinenza da Sostanze secondo il DSM-IV-TR* sono i seguenti:

  1. Alterazione della coscienza (cioè, ridotta lucidità della percezione dell’ambiente), con ridotta capacità di focalizzare, mantenere, o spostare l’attenzione.
  2. Una modificazione cognitiva (come deficit di memoria, disorientamento, alterazioni del linguaggio), o lo sviluppo di una alterazione percettiva che non risulta meglio giustificata da una demenza preesistente, stabilizzata o in evoluzione.
  3. Il disturbo si sviluppa in un breve periodo di tempo (generalmente da ore a giorni), e tende a presentare fluttuazioni giornaliere.
  4. Vi è la dimostrazione, fondata sulla storia, sull’esame fisico, o sugli esami di laboratorio, che i sintomi dei Criteri A e B si sono sviluppati durante, o poco dopo, una sindrome da astinenza.

Nota: Questa diagnosi dovrebbe essere fatta al posto di una diagnosi di Astinenza da Sostanze solo quando i sintomi cognitivi sono pi’ intensi di quelli solitamente associati alla sindrome da astinenza, e quando i sintomi sono sufficientemente gravi da giustificare un’attenzione clinica indipendente.

*American Psychiatric Association (2000). DSM-IV-TR Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders , Fourth Edition, Text Revision.Edizione Italiana: Masson, Milano.

 

Write a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *