News

Disturbo da stress psicologo psicoterapeuta roma

DISTURBO ACUTO DA STRESS
 

I criteri diagnostici per il Disturbo Acuto da Stress secondo il DSM-IV-TR* sono i seguenti:

    1. La persona è stata esposta ad un evento traumatico in cui erano presenti entrambi i seguenti elementi:
      1. la persona ha vissuto, ha assistito o si è confrontata con un evento o con eventi che hanno comportato la morte, o una minaccia per la vita, o una grave lesione, o una minaccia all’integrità fisica, propria o di altri
      2. la risposta della persona comprende paura intensa, sentimenti di impotenza, o di orrore.
    1. Durante o dopo l’esperienza dell’evento stressante, l’individuo presenta tre (o più) dei seguenti sintomi dissociativi:
      1. sensazione soggettiva di insensibilità, distacco o assenza di reattività emozionale
      2. riduzione della consapevolezza dell’ambiente circostante (per es., rimanere storditi)
      3. derealizzazione
      4. depersonalizzazione
      5. amnesia dissociativa (cioè incapacità di ricordare qualche aspetto importante del trauma).
  1. Marcato evitamento degli stimoli che evocano ricordi del trauma (per es., pensieri, sensazioni, conversazioni, attività, luoghi, persone).
  2. Sintomi marcati di ansia o di aumentato arousal (per es., difficoltà a dormire, irritabilità, scarsa capacità di concentrazione, ipervigilanza, risposte di allarme esagerate, irrequietezza motoria).
  3. Il disturbo causa disagio clinicamente significativo o menomazione del funzionamento sociale, lavorativo o di altre aree importanti, oppure compromette la capacità dell’individuo di eseguire compiti fondamentali, come ottenere l’assistenza necessaria o mobilitare le risorse personali riferendo ai familiari l’esperienza traumatica.
  4. Il disturbo dura al minimo 2 giorni e al massimo 4 settimane e si manifesta entro 4 settimane dall’evento traumatico.
  5. Il disturbo non è dovuto agli effetti fisiologici diretti di una sostanza (per es., una droga di abuso, un farmaco) o di una condizione medica generale, non è meglio giustificato da unDisturbo Psicotico Breve e non rappresenta semplicemente l’esacerbazione di un disturbo preesistente di Asse I o Asse II.

*American Psychiatric Association (2000). DSM-IV-TR Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders , Fourth Edition, Text Revision.Edizione Italiana: Masson, Milano.

 

Write a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *