News

Disturbo disintegrativo infanzia psicologo psicoterapeuta roma

DISTURBO DISINTEGRATIVO DELL’INFANZIA
 

I criteri diagnostici per il Disturbo Disintegrativo dell’Infanzia secondo il DSM-IV-TR* sono i seguenti:

  1. Sviluppo apparentemente normale per almeno i primi 2 anni dopo la nascita, come manifestato dalla presenza di comunicazione verbale e non verbale, relazioni sociali, gioco e comportamento adattivo adeguati all’età.
  2. Perdita clinicamente significativa di capacità di prestazione già acquisite in precedenza (prima dei 10 anni) in almeno due delle seguenti aree:
    1. espressione o ricezione del linguaggio
    2. capacità sociali o comportamento adattivo
    3. controllo della defecazione o della minzione
    4. gioco
    5. abilità motorie
  3. Anomalie del funzionamento in almeno due delle seguenti aree:
    1. compromissione qualitativa dell’interazione sociale (per es., compromissione dei comportamenti non verbali, incapacità di sviluppare relazioni con i coetanei, mancanza di reciprocità sociale o emotiva)
    2. compromissioni qualitative della comunicazione (per es., ritardo o mancanza del linguaggio parlato, incapacità di iniziare o di sostenere una conversazione, uso stereotipato e ripetitivo del linguaggio, mancanza di giochi vari di imitazione)
    3. modalità di comportamento, interessi e attività ristretti, ripetitivi e stereotipati, interessi e attività ristretti, ripetitivi e stereotipati, incluse stereotipie motorie e manierismi
  4. L’anomalia non è meglio attribuibile ad un altro specificoDisturbo Pervasivo dello Sviluppo o alla Schizofrenia.

*American Psychiatric Association (2000). DSM-IV-TR Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders , Fourth Edition, Text Revision.Edizione Italiana: Masson, Milano.

 

Write a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *