News

Episodio maniacale psicologo psicoterapeuta roma

EPISODIO MANIACALE
 

 

I criteri diagnostici per l’Episodio Maniacale secondo il DSM-IV-TR* sono i seguenti:

    1. Un periodo definito di umore anormalmente e persistentemente elevato, espansivo o irritabile, della durata di almeno una settimana (o di qualsiasi durata se è necessaria l’ospedalizzazione).

Durante il periodo di alterazione dell’umore, tre (o più) dei seguenti sintomi sono stati persistenti e presenti a un livello significativo (quattro se l’umore è solo irritabile):

    1. autostima ipertrofica o grandiosità
    2. diminuito bisogno di sonno (per es., si sente riposato dopo solo 3 ore di sonno)
    3. maggiore loquacità del solito, oppure spinta continua a parlare
    4. fuga delle idee o esperienza soggettiva che i pensieri si succedano rapidamente
    5. distraibilità (cioè, l’attenzione è troppo facilmente deviata da stimoli esterni non importanti o non pertinenti)
    6. aumento dell’attività finalizzata (sociale, lavorativa, scolastica o sessuale) oppure agitazione psicomotoria
    7. eccessivo coinvolgimento in attività ludiche che hanno un alto potenziale di conseguenze dannose(per es., eccessi nel comprare, comportamento sessuale sconveniente, investimenti in affari avventati).
  1. I sintomi non soddisfano i criteri per l’Episodio Misto.
  2. L’alterazione dell’umore è sufficientemente grave da causare una marcata compromissione del funzionamento lavorativo o delle attività sociali abituali o delle relazioni interpersonali o da richiedere l’ospedalizzazione per prevenire danni a sé o agli altri, oppure sono presenti manifestazioni psicotiche
  3. I sintomi non sono dovuti agli effetti fisiologici diretti di una sostanza (per es., una droga di abuso, un farmaco o altro trattamento) o di una condizione medica generale (per es., ipertiroidismo).
    Nota: Episodi simil-maniacali chiaramente indotti da un trattamento somatico antidepressivo (per es., farmaci,terapia elettroconvulsivante , light therapy) non dovrebbero essere considerati per una diagnosi di Disturbo Bipolare I.

 

*American Psychiatric Association (2000). DSM-IV-TR Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders , Fourth Edition, Text Revision.Edizione Italiana: Masson, Milano.

Write a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *